WHAT'S NEW?
Loading...

LE QUATTRO REGOLE FONDAMENTALI DELLA PROTOTIPAZIONE 4.0


La fabbricazione digitale cambia le regole della filiera, dall’idea alla creazione e produzione.

La trasversalità della tecnologia è una esigenza ormai evidente in qualsiasi processo industriale.

Abbiamo vissuto storicamente la lunga fase in cui le macchine si sono specializzate in processi industriali mono materiale o mono processo.
Se prendiamo ad esempio un tornio da vasaio, il suo compito è quello di fabbricare vasi di terracotta di forma circolare. Analogamente una fresa analogica serve per la produzione di determinati pezzi meccanici.

Nella fabbricazione digitale una fresa a controllo numerico CNC ha un cuore di schede elettroniche e di software che permette di lavorare su più materiali e gestire forme complesse. Inoltre il suo cervello digitale non è esclusivo, ma appartiene a molte macchine presenti sia nel mondo del lavoro sia nel quotidiano, con le quali può relazionarsi.

Con l'avvento del digitale i processi di lavoro sono più aperti e trasversali rispetto a quelli di qualsiasi altra epoca e la capacità di gestirli non è data unicamente dalla manualità dell’operatore, ma dalla sua capacità concettuale in cui si fondono logica, intraprendenza e creatività.

In questa evoluzione "verso la capacità dell’operatore di essere digitale si arriva alla produzione digitale, dove la prototipazione rapida è solo una preview di controllo" (1).

Al giorno d'oggi un responsabile deve sempre tener presente i processi di fabbricazione digitale.

Ecco le quattro linee guida fondamentali per progettare e costruire oggi, mediante l'imego dei nuovi strumenti di prototipazione, in primis le stampanti 3D.

Flessibilità
Modificare un prodotto non richiede l'annullamento di tutte le fasi di prototipazione, ma prevalentemente la necessità intervenire sul software. Questa fase non è di esclusiva pertinenza del progettista: anche il cliente, in base alle sue esigenze può intervenire e interagire.

Personalizzazione
Ogni singolo oggetto può essere personalizzato senza costi di fabbricazione aggiuntivi rispetto a quello originale.

Gestione della complessità 
La stampa 3D consente di progettare prodotti estremamente complessi senza incidere sui costi di produzione.

Assemblaggio 
I clienti possono assemblare da soli gli oggetti complessi.

L’approccio al disegno, al progetto, al prodotto dovranno essere ripensati in funzione della fabbricazione digitale. Un cambiamento radicale.

(1) Denis Santachiara su £D Printing Creative - Maggio 2015


0 commenti:

Posta un commento