WHAT'S NEW?
Loading...

TARGET SATISFACTION NELL'INDUSTRY 4.0


Nella Smart Communication legata all'Industry 4.0, la "Target Satisfaction", con relativo processo di conversione a cliente, passa attraverso il ciclo CURIOSITÀ - INTERAZIONE - INTERESSE - COMPRENSIONE - COINVOLGIMENTO - FIDUCIA.

La Target Satisfaction è un concetto derivato dalla Customer Satisfaction.

La differenza consiste nel fatto che la Customer Satisfaction misura la percezione della qualità dei servizi o dei prodotti dopo che essi sono stati acquistati dal consumatore, mentre la Target Satisfaction misura la percezione della qualità dei servizi o dei prodotti da parte dei consumatori quando essi stanno per diventare clienti, ma non lo sono ancora e quindi potrebbero anche decidere all'ultimo momento di non dare luogo alla conversione.



Quindi si tratta di un momento fondamentale nella vita di un prodotto 4.0 e della azienda che lo realizza e lo propone al mercato.

Come riusciamo a stimolare il cliente a iniziare il ciclo cognitivo/percettivo che lo porterà al sentimento di fiducia nei confronti della proposta?



Innanzitutto occorre generare la CURIOSITÀ. Per fare ciò sarà necessario creare goodwill (e cioè un atteggiamento positivo, benevolenza, amicizia, simpatia) nei confronti di un prodotto o di una marca, e quindi capace di evocare il desiderio, la convinzione che il macchinario presentato rappresenti una soluzione valida e desiderabile, anzi la migliore delle soluzioni possibili e quindi stimolare una propensione al consumo o prima ancora un'intenzione all'acquisto. Ma non direttamente l'acquisto. Non bisogna però dimenticare che per far scaturire la curiosità e ineludibile l'individuazione di un Bisogno (un'opportunità o un problema del cliente).

A questo punto, vista la natura del prodotto 4.0, occorrerà stimolare l'INTERAZIONE del cliente con l'oggetto che ha provocato la sua curiosità, attraverso una simulazione tridimensionale virtuale. Inizia l'aspetto ludico del processo, in cui il cervello comincia la produzione di dopamina. Non dimentichiamo che la forma è intimamente legata con il contenuto, che, come diceva McLuhan, il medium è il messaggio, quindi, una proposta di un macchinario altamente tecnologico, che tratta concetti quali Internet of Things, interazione tra uomo e macchina, che coinvolge le interfacce “touch”, sempre più diffuse, e la realtà aumentata dovrà essere comunicata attraverso modalità comunicative altamente sofisticate che presuppongono l'uso delle animazioni 3D, degli effetti speciali e delle simulazioni.

Da questo momento, se i primi due passaggi sono stati ben organizzati e svolti, scaturirà l'INTERESSE per la proposta che spingerà l'utente a una maggiore concentrazione e collaborazione per meglio COMPRENDERE i vantaggi che l'azienda promotrice intende offrire attraverso la propria produzione. Qui avviene il passaggio, nella mente del ricevente, dall'aspetto ludico/percettivo a quello cognitivo. Ora è pronto a ricevere informazioni.

Tali informazioni dovranno essere necessariamente presentate dal video 3D interattivo in modo coerente, sintetico e esauriente. Questo momento è determinante, perché se le informazioni sono troppe, troppo complicate o presentate in modo confuso, il cliente si annoierà e si interromperà in lui lo svolgimento del ciclo.

Se invece, con l'utilizzo delle forme, colori, simboli, inquadrature e codici più adatti, saremo riusciti a soddisfarlo, sarà inevitabile il suo COINVOLGIMENTO sia mentale che emotivo che farà scaturire la FIDUCIA nei confronti del brand proponente e della sua proposta, percepita come soluzione ottimale al suo problema o come opportunità di business.

La fiducia è un elemento chiave nel processo, e il video di presentazione deve veicolare questi ingredienti importanti:

1. Forte identità di marca
2. Empatia
3. Professionalità
4. Etica
5. Superiorità competitiva per soddisfare i bisogni e le esigenze del cliente.
6. Impegno durante il processo per ottenere la soddisfazione del cliente.


La fiducia è il collante che lega la società e il mercato e incoraggia relazioni forti e affidabili tra le imprese.



0 commenti:

Posta un commento