WHAT'S NEW?
Loading...

SI AVVICINA PASQUA E IL CIOCCOLATO SI FA IN 3D


La personalizzazione del prodotto, dall'oggetto di design all'automobile, è una moda che non conosce tempo. Anche il comparto alimentare è sempre stato molto sensibile a questo fenomeno. D'altronde cosa c'è di più personale del proprio palato e delle proprie sensazioni visivo/olfattive? Ecco che la decorazione personalizzata di una tavoletta o di un cioccolatino diventa una comune prassi seguita tanto dal titolare d’azienda quanto dal consumatore.

Tanto meglio se la decorazione può essere proposta e scelta con l'aiuto delle nuove tecnologie.

Denis Buosi, mâitre chocolatier per Lindt e ora titolare di un prestigioso laboratorio si è orientato in anticipo verso la stampa 3D: «Quando ho letto di questa possibilità mi sono appassionato, perché ho bisogno di un luogo dove poter chiedere e capire come risolvere questo problema: prodotto ben fatto (come sempre), customizzato (come sempre) ma realizzato in minor tempo e soprattutto a costi inferiori».

Le raffinate realizzazioni di Buosi
Una vera e propria rivoluzione rispetto ai tradizionali stampini "Oggi al cliente si invia il rendering e il colaggio del cioccolato (gestendo bene le temperature) si può realizzare direttamente con una stampante 3D. Assurdo? No, pratico».

0 commenti:

Posta un commento