WHAT'S NEW?
Loading...

Continental ha presentato due tecnologie in grado di aumentare sensibilmente l’efficienza e la sicurezza alla guida. Si chiamano rispettivamente ContiSense e ContiAdapt e permettono in sostanza il monitoraggio continuo delle condizioni del pneumatico, nonché l’adattamento delle caratteristiche de medesimo alle condizioni di circolazione prevalenti.

La prima, ContiSense, nasce dallo sviluppo delle mescole di gomma elettroconduttrici, capaci di permettere l’invio di segnali elettrici da un sensore posto all'interno del pneumatico fino ad un ricevitore nell'auto. I sensori di gomma monitorano continuativamente sia la profondità di battistrada che la temperatura. Se i valori registrati risultano superiori o inferiori ai limiti predefiniti, il sistema avvisa immediatamente l’automobilista. Se qualcosa invece penetra nel battistrada, un circuito nel pneumatico si chiude, innescando un immediato warning all'automobilista in maniera più rapida rispetto ai sistemi utilizzati oggi, che avvertono l’automobilista quando la pressione ha già iniziato a diminuire.


L’altra tecnologia, ContiAdapt, abbina invece dei micro-compressori integrati nella ruota per modificare la pressione dei pneumatici con un cerchione a larghezza variabile. Il sistema può così modificare la misura dell’area di contatto, che in presenza di diverse condizioni di strada è un fattore decisivo sia per la sicurezza che per il comfort. Quattro diverse combinazioni assicurano il perfetto adattamento in condizioni di strada normali, di fondo bagnato, sconnesso e scivoloso.


Per esempio, un’area di contatto minore combinata con una pressione alta producono una bassa resistenza al rotolamento e una guida efficiente dal punto di vista energetico su strade lisce e asciutte. Al contrario una più ampia area di contatto abbinata a minore pressione pneumatici, assicura una presa ideale su strade scivolose.

Zakeke viene definito un Interactive Product Designer. Si tratta di una piattaforma cloud che consente ai gestori di portali e-commerce e ai Merchant di integrare, nel proprio sistema, un configuratore di prodotti a 360°, in 2d e in 3d, per offrire ai propri clienti la possibilità di personalizzare 'live' i prodotti in vendita attraverso un’interfaccia semplice e veloce.

Immediatamente integrabile sia con le più diffuse piattaforme di e-commerce attraverso dei plug-in, che con i siti proprietari, grazie ad un interfacciamento tramite API.


Consente al consumatore di partecipare al processo di personalizzazione del prodotto, co-creandolo da qualsiasi device e trasmettendo poi tutti gli input necessari alla creazione del bene all’industria che dovrà realizzarlo.

Zakeke aiuta i merchant ad andare incontro alla crescente domanda di personalizzazione richiesta dai clienti finali che la continua evoluzione dei modelli produttivi di numerosi segmenti industriali permette sempre di più di soddisfare a costi sempre più accessibili e decrescenti.
Zakeke è una piattaforma “freemium”.

Il 13 settembre 2017, nel scorso del report annuale dell'Unione Europea, il presidente Jean-Claude Juncker ha ribadito la sua determinazione a rendere l'industria dell'UE più forte e competitiva.


La nuova strategia per la politica industriale sarà tesa ad aiutare le industrie europee per rimanere o diventare leader mondiali in tre aspetti fondamentali:
  • innovazione
  • digitalizzazione
  • decarbonizzazione
La rinnovata strategia della politica industriale dell'UE riunisce tutte le iniziative già esistenti oltre a esplorarne e introdurne di nuove sia a livello di indirizzo generale, sia per quanto riguarda interventi settoriali.

Nel filmato alcuni settori chiave in cui applicare le nuove strategie.


Le tecnologie possono migliorare l’esperienza di acquisto dei consumatori in punto vendita e supportare i clienti nello svolgimento delle proprie attività.

Luxottica ha pensato al punto vendita del futuro dove i clienti potranno essere guidati attraverso un percorso che fonde fisico e digitale per creare nuove esperienze di consumo e forme innovative di interazione tra prodotto e consumatori nel punto vendita.

Espositori con sensori di movimento, prodotti integrati con tag RFID, applicazioni digitali, monitor touch screen e tecnologia di riconoscimento facciale sono alcuni esempi di come i negozi potranno interagire con i propri consumatori, facendo vivere loro un’esperienza d’acquisto immersiva ed interattiva.


Cosa ci aspetta quindi nel futuro?

I consumatori potranno scoprire le nuove collezioni, le caratteristiche dei vari prodotti o i benefici delle lenti dei modelli più tecnici grazie a soluzioni espositive digitali o applicazioni con cui giocare, come il tavolo Oakley che propone al consumatore in modo interattivo la migliore lente PRIZMTM in base allo sport praticato.

Gli schermi Oakley permettono di scegliere lo sport praticato e il relativo abbinamento degli occhiali
Le campagne pubblicitarie saranno attivate direttamente dagli occhiali con un tag RFID: sarà quindi possibile aggiornare il contenuto in vetrina, cambiando semplicemente il prodotto esposto.

Gli espositori parlanti permettono di dialogare con il cliente, ma anche di fornire informazioni sulle tendenze del momento e cambiare i prodotti esposti
L’assortimento in negozio sarà digitalizzato su grandi schermi touch screen verticali, permettendo di navigare tra le collezioni, esplorare i contenuti di prodotto o addirittura di provare virtualmente il modelli non disponibili in punto vendita.

I grandi schermi touch-screen permettono di navigare tra le collezioni
Il processo di digitalizzazione deve essere in grado di introdurre nuove e innovative soluzioni digitali in negozio, per offrire ai consumatori sempre più esigenti un’esperienza fisica e tecnologica entusiasmante, personalizzata e su misura, e la creazione nel punto vendita di contenuti coinvolgenti.

Widiba, la banca digitale al 100%, ha lanciato il suo nuovo servizio: "Widiba Home". Si tratta di una ambiente virtuale che simula quello fisico di una comune filiale in cui entrare per verificare conti e operazioni, effettuare bonifici e gestire i propri titoli in portafoglio.

Un'alternativa alla gestione "digitale" del conto affidata ai canali app su smartphone e al tradizionale sito web su PC.

L'amministratore delegato Andrea Cardamone punta alla quota di tremila clienti attivi entro fine novembre 2017, quando il servizio verrà commercializzato fornendo loro il visore.


La Virtual Reality è solo la prima fase di un processo che dovrebbe comprendere anche la Mixed Reality proposta da Microsoft nel suo sistema operativo Windows 10. Questo consentirebbe la visualizzazione contemporanea dei documenti tra un operatore finanziario della banca e il cliente, con la possibilità di siglare accordi in digitale.

Marco Morelli, amministratore delegato di Mps, titolare del marchio della banca digitale è certo che "Widiba avrà un ruolo fondamentale nell'ambito del rilancio del gruppo Mps" e lo farà "con iniziative nuove e dirompenti"

Il discorso di HP, uno dei maggiori produttori di hardware informatico a livello mondiale, è molto semplice: mai più rincorse disperate alla ricerca di una cartuccia nuova per la sostituzione di quella esaurita o a complicate azioni di refill.

Basta scegliere una stampante Instant Ink Ready e scegliere il piano mensile in base alle proprie esigenze.

Si potrà così ricevere l'inchiostro direttamente a casa, senza più preoccuparsi dei costi o di rimanere senza inchiostro.

HP propone 3 piani per coprire le principali esigenze dei consumatori:

  1. Il piano di stampa occasionale, con 50 pagine al mese incluse, al costo di 2,99 €/mese, con un risparmio annuale preventivato di 66 €
  2. Il piano di stampa moderata, con 100 pagine al mese incluse, al costo di 4,99 €/mese, con un risparmio annuale preventivato di 144 €
  3. Il piano di stampa frequente, con 300 pagine al mese incluse, al costo di 9,99 €/mese, con un risparmio annuale preventivato di 492 €

I tre piani di stampa proposti da HP
La stampante smart, collegata in rete, avvertirà HP quando occorrerà spedire le nuove cartucce che si riceverà a casa prima ancora di rimanere senza.

È da tenere presente che le cartucce di inchiostro e i costi di consegna sono inclusi nel piano mensile.

I piani mensili si basano sulle pagine stampate (che possono essere di qualunque tipo: fotografie in alta risoluzione di qualsiasi formato oppure testo, a colore o in bianco e nero) e non sulle cartucce usate.

Nessun canone annuale, assicurano i responsabili dell'HP. Inoltre il piano mensile potrà essere modificato o cancellato in qualsiasi momento senza penali.

Novità assoluta nel mondo dei visori: in occasione di IFA 2017 è stato presentato infatti il nuovo ASUS Windows Mixed Reality, realizzato in collaborazione con Microsoft per consentire agli utenti di vivere esperienze immersive reali e virtuali attraverso un visore leggero e particolarmente comodo da indossare.

 “Siamo felici della nostra collaborazione con ASUS per il visore Windows Mixed Reality, dando accesso ad esperienze di contenuti incredibili tramite un dispositivo conveniente e facile da installare”, ha spiegato Peter Han, VP, Partner Devices and Solutions di Microsoft. “Windows Mixed Reality, assieme al design e ai materiali ASUS, offre una comoda e divertente esperienza per i clienti per ottenere di più e lasciare spazio alla loro immaginazione”.

L'ASUS Mixed Reality provato all'IFA 2017
Il visore ASUS Windows Mixed Reality pesa 400 grammi, ha un display 3K, offre un design particolare a corona bilanciata che riduce la pressione sul naso e sul viso, ed è caratterizzato dalla presenza di centinaia di poligoni tridimensionali e di un effetto lucido tono-su-tono.

Realizzato con materiali antibatterici, il visore può essere comodamente indossato per lunghi periodi. Non manca nemmeno un innovativo sistema di tracciamento inside-out con due cam integrate di rilevamento frontale con tracciamento di posizione a sei gradi di libertà (6DoF).


Per il corretto funzionamento non sono richiesti ulteriori software o sensori.

Per quanto riguarda il prezzo, il visore Windows Mixed Reality sarà venduto entro la fine dell’anno a 449 euro.

La redazione di Fourdotzero, partecipa alla celebrazione del 50° anniversario di IBC, dal 14 al 19 settembre 2017, presso il centro espositivo RAI di Amsterdam.

IBC è l'evento annuale principale per professionisti impegnati nella creazione, gestione e diffusione di contenuti di intrattenimento e di notizie in tutto il mondo.

Molti i temi trattati nei vari technical papers. Si va dall'integrazione del linguaggio naturale per l'esplorazione dei contenuti multimediali, all'applicazione di analisi predittive per capire i gusti e le tendenze dell'audience, fino al multi-storytelling, vale a dire la capacità di raccontare un evento live multipiattaforma esprimendo i contenuti più adatti ad esempio per il medium televisivo rispetto ai nuovi sistemi mobile.

Non mancano le ultime novità del mercato come l'ultra HD e le varie versioni di Realtà Virtuale e Realtà aumentata.

Le mostre senza le opere originali? Con Giotto si apre probabilmente una nuova era della divulgazione.

Fino al 5 novembre 2017 infatti, nella Scuola Grande della Misericordia di Venezia, è di scena un'esposizione virtuale del grande artista, ideata e prodotta da Cose Belle d'Italia Media Entertainment e sostenuta da alcuni tra i massimi esperti del pittore.

Questo approccio innovativo mette in luce un futuro possibile per conoscere e capire capolavori inamovibili.


Guidati dalla voce di Luca Zingaretti e accompagnati dalle note della tromba di Paolo Fresu si entra un ambiente multimediale dove le varie opere, proposte in alta definizione e accompagnate da un corredo di suoni, filmati e immagini, che vanno dagli autorevoli commenti di Dante e Boccaccio, fino alle proiezioni dell'Istituto Luce e di Luciano Emmer.

C'è il modo di esplorare i colori usati dall'artista, oppure di camminare sulla mappa della Firenze in cui Giotto ebbe un importante incarico da urbanista.


"La forza immersiva di questa mostra è incontenibile -dice il direttore artistico Luca Mazzieri- grazie a un innovativo allestimento abbiamo intessuto un percorso che lega il pubblico contemporaneo a questo grande magister del Trecento attraverso una miscellanea pacata e profonda di linguaggi che vanno dalle immagini, al cinema, dal teatro alla musica".

Fino a pochi anni fa le due principali rassegne europee hi-tech, IFA e Mobile World Congress, si occupavano quasi esclusivamente di smartphone. Oggi il discorso è cambiato e il raggio d’azione è diventato decisamente più ampio.

La tecnologia si è ormai interessata dei vari spazi e momenti della vita quotidiana, partendo dalla casa, approdando all'ufficio per poi rivolgersi al tempo libero.

Oggi sono pochi gli istanti della giornata di ognuno privi di un dispositivo che produca dati. Dal sempre più potenziato e duttile samtphone ai vari gadget elettronici come orologi, braccialetti e, novità del 2017, auricolari che sono in grado di recepire e inviare informazioni via web, con la promessa di costruire una sfera personale smart per risparmiare di tempo e oer monitorare le attività della cosiddetta sfera del benessere.

Il ritorno degli indossabili
All’IFA di Berlino gli spunti per capire dove le aziende vogliano orientare il futuro dell’hi-tech di consumo sono molteplici. Si parte proprio dai wearable, gli indossabili che, nonostante le statistiche di vendita non proprio esaltanti, sono stati proposti in gran quantità.


A farla da padrone è ancora una volta il fitness, segmento che più di altri pare apprezzare le smartband e gli smartwatch. Ecco allora TomTom che ha annunciato l’arrivo delle app Fitness Age, Punti Fitness e Allenamenti Personalizzati per tutta la sua gamma di sportwatch e Garmin, con Vivoactive 3, Vivosport e Vivomove, quest’ultimo con un particolare sistema che trasforma la visuale a doppia lancetta classica in una digitale appena la si tocca. Anche Samsing ha rilanciato la sua gamma di orologi smart gear.

IoT per la casa
La domotica ha presentato diversi novità, alcune bizzarre, come l'ombrellone sunflower in grado di ruotare e fare ombra in relazione alla rotazione solare o come il nuovo robot pulitore della Bosch, in grado di memorizzare le piantine di diversi ambienti e quindi di poter essere utilizzato in case multipiano o portato nella seconda casa.



Grande attenzione per la lavatrice Bianca di Candy, di cui abbiamo già scritto in un precedente post, a cui si sono affiancate la lavastoviglie Samsung, comandabile a distanza attraverso un comunissimo smartphone e la prima videocamera interna per frigoriferi, la Fridgecam, in grado di leggere lo stato di conservazione dei cibi, la presenza o meno di alimenti, fino alla proposizione tramite app di ricette in base a ciò che i suo occhio elettronico vede all'interno della cella frigorifera.

Realtà virtuale sempre più abbordabile
Tra gioco e fantasia, assoluta protagonista dei padiglioni è la realtà virtuale, che Lenovo ha tradotto in un sistema interattivo in cui trasformarsi in un combattente della saga Star Wars. La voglia di VR è tanta che anche gli stessi smartphone ne sono coinvolti. Ad esempio con il Moto Z2 Force arriva il mods Camera 360, un oggetto da agganciare al cellulare per riprendere (e poi rivedere) foto e video immersivi, anche da postare su Facebook.


Asus ha proposto i nuovi visori di Mixed Reality, compatibili con il nuovo ambiente virtuale di Windows 10 e in grado di supportare una risoluzione in 3k.

Acer ha intrapreso la strada delle riprese in 3D con Holo360 e Vision360, dimostrando come fosse azzeccata la lungimiranza mostrata da Samsung due anni fa, con il lancio della prima Gear 360, oggi alla sua seconda e rinnovata edizione.

Innovazione ovunque
Andando oltre, la dimostrazione che l’innovazione abita oramai ovunque è nelle e-bike di Nilox, che uniscono design e tecnologia e nei router di Netgear e FRITZ!Box (il 6890 LTE), un tempo semplici scatolotti da piazzare in un angolo buio della casa e oggi creazioni di design degne del miglior ambiente moderno.


Chiudendo con la domotica, l’invasione degli speaker intelligenti è più che reale. Se negli USA c’è Amazon Echo a dettar legge, da noi la situazione è più caotica, viste le numerose alternative: da Panasonic a Onkyo, passando per Harman e Sony.

Ecco il video con una selezione di 100 novità presentate nel corso della rassegna berlinese.